Show Menu

Le domeniche a Parigi aprono una breccia nel tempo

#Bonjour #Paris n.91-21/10/2018 Perché la domenica è uno spazio sospeso per ritrovare in sé una nuova dimensione temporale, in cui scivolare dentro e perdersi. Le parole di Patrick Modiano (Nobel per la Letteratura 2014) non potrebbero descrivere meglio, in questo senso, una domenica pomeriggio d’ottobre a Parigi. Ne cito un estratto da “L’herbe des nuits”…

Leggi altro

Semaforo rosso, Grand Corps Malade canta l’umanità

#Bonjour #Paris n.90-20/10/2018 Perché la musica fa bene a un sacco di cose, allora immagino possa pure risvegliare coscienze a volte un po’ troppo addormentate. Oggi condivido questa canzone di uno dei miei cantautori del cuore, Grand Corps Malade, “Au feu rouge“, e mi permetto di tentare una traduzione del testo, di seguito. #MusicaDelCuore #RestiamoUmani…

Leggi altro

Francia vs Italia: Cultura diversamente abili di pensare all’handicap

#Bonjour #Paris n.88-18/10/2018 In Francia si guarda alla disabilità in modo diverso. #Disabilita #DiversamenteGuardabile #DiversamenteGestibile Esempio: Le persone disabili riescono ad accedere addirittura così facilmente a certi trasporti che lo sportivo Philippe Croizon, circa un anno fa, si è visto reclamare la carta attestante il suo handicap per certificare ad un controllore della compagnia dei…

Leggi altro

Normalement, ovvero l’eccezionale avverbio francese

#Bonjour #Paris n.87-17/10/2018 “Normalement”. Questo avverbio è un avverbio eccezionale, l’avverbio per eccellenza, in francese. Se ne fa un uso super diffuso. Per dare una cifra: 1 “normalmente” ricorre ogni 4 parole in una conversazione in contesto famigliare. #Normalmente Lo si usa così di frequente che, confesso, ho cominciato a usarlo pure io quando parlo…

Leggi altro

Almeno 24 ore per… recroccovillarsi

#Bonjour #Paris n.83-13/10/2018 “Se recroqueviller”: oggi la mia reazione alla sveglia si riassume nell’irrefrenabile desiderio di mettere in pratica per almeno 24 ore questa parola qui… una parola francesissima che adoro perché incredibilmente efficace, anzi… magica! Per due ragioni: il solo tentativo di pronunciarla, ne implica l’intenzione, data la difficoltà, di concretizzarla al più presto; il significato…

Leggi altro