#Bonjour #LeCrotoy n. 28-20/08/2018 (una settimana dopo) Penso al fatto che il villaggio balneare di Le Crotoy (Baia della Somme), dov’ero qualche giorno fa, è storica ed ambita meta di #villeggiatura in quanto “l’unica spiaggia di sabbia sul Canale della Manica rivolta a meridione”. Si dice che ci abbiano soggiornato artisti ed intellettuali come Hugo, Sisley, Jules Verne, Toulouse-Lautrec, …

Ma non si dice troppo sul fatto che dal 2013 non sia più balneabile “per rischio batteriologico” dovuto all’alta quantità di Escherichia Coli di mucche e pecore e capre e cavoli. E ci si continua a fare il bagno e a servire ostriche crude e champagne…

La curiosità: in francese, “crotte” significa “escremento animale“. Ecco, fonti ufficiali sostengono che il nome del villaggio di Le Crotoy derivi da “punta di piccola montagna di sabbia”. Nutro qualche dubbio sulla traduzione della montagna di “sabbia”.

Dal gabinetto del sottoprefetto della regione, fanno sapere: “Non è che la qualità dell’acqua (giudicata “cattiva”, NDR) sia peggiorato, è solo che abbiamo a che fare con direttive più esigenti”. In altri termini, il mare di Le Crotoy è da sempre #UnFamosoMareDiMerda

#CrottesAuCrotoy

P.S. In tutto questo, ci tengo a sottolineare che una meravigliosa e super ben tenuta pista ciclabile permette di arrivare a questo villaggetto dalla celebre spiaggia e dal vivacissimo centro cittadino, attraversando paesaggi naturali tipici del delta del Po. Ho incrociato intere famiglie, ciclisti super motivati, cani, gatti, vecchi, donne e bambini. Per dire. Il turismo è incoraggiato anche così.

P.P.S. Il battello nella foto è dedicato a Sant’Antonio da Padova, presentato come “tipico esempio di tecniche di pesca e costruzione navale del posto”. Ok. Cade a pezzi.

#FrenchMarketing

Questo slideshow richiede JavaScript.