Dalle torbe di Codigoro germoglia il chicco d’avorio pronto per essere servito

Dalle torbe di Codigoro germoglia il chicco d’avorio pronto per essere servito
Profili aziendali: L’Azienda Agricola Zangirolami

(La Pianura n. 1, 2013)

“Alimento estremamente interessante e meritevole di essere coltivato”. È così che il duca di milano, Gian Galeazzo sforza, descriveva il riso a ercole i d’este, duca di Ferrara, nel lontano 1475, per accompagnare il dono di un sacco di seme, con la garanzia che, se ben impiegato, si sarebbero trasformato in ben 12 sacchi di prodotto. [Continua…]

Clicca qui per scarica l’articolo. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.