Trashware, la seconda vita del pc
Un progetto di ingegneria sostenibile promuove il riutilizzo dei computer dismessi
(Biosfera, 3 maggio 2011)

Quattro anni. È la vita media di un pc domestico. Un’età che si abbassa ulteriormente se si considerano i pc ad uso aziendale, che “vivono” fino ad un massimo di 18 mesi.
Quando allora un computer è dichiarato “morto”, dove va relegato? Cantina o discarica?
È questo l’interrogativo a cui è legata la sorte di 150 milioni di computer ogni anno, nel mondo. Trashware, ovvero svolta. È questa la risposta che propongono da tempo Ingegneria senza frontiere, un gruppo di studenti, laureati e docenti di ingegneria che anche a Ferrara, nel maggio 2005, hanno aperto una sede. [Continua…]

Clicca qui per Scaricare l’articolo.