Climaparks, un progetto italo-sloveno per il monitoraggio di nove aree protette
(Biosfera, 29 marzo 2011)

Paparazzati, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, fino ad ottobre 2013. Sono stati stanziati quasi 3 milioni e 240mila euro per allestire tutte le attrezzature necessarie ad avviare l’edizione più sperimentale del Grande fratello delle scienze naturali.
Alla regia italo-slovena si trovano nove partner. Hanno le loro basi di osservazione dal ravennate al goriziano. Non sono fotoreporter d’assalto: dietro la macchina da presa ci sono studiosi, volontari e amanti dell’ambiente.
I casting? Sono già stati fatti: al centro del mirino, ci sono intere comunità di animali e piante che abitano aree naturali protette. [Continua…]

Clicca qui per scaricare l’articolo “La vita sotto osservazione”.

———

[…] Uno degli effetti peggiori che il nostro territorio ha registrato, secondo Mazzotti, è la salinizzazione delle acque delle zone umide costiere: “Dieci anni fa – ricorda il ricercatore -, avevamo scavato delle pozze nel Parco, al fine di salvaguardare la biodiversità e studiare le dinamiche di colonizzazione degli anfibi: quasi all’improvviso, a causa di un aumento di concentrazione salina delle falde (che ha raggiunto un livello a metà di quello marino), dovuta al cuneo salino, intere comunità di anfibi sono scomparse”. [Continua…]

Clicca qui per scaricare l’approfondimento “Cercasi acqua dolce nel Delta”.